Hyundai-Healthy Seas: un primo anno straordinario

  • La partnership paneuropea tra Hyundai e Healthy Seas ha preso il via ad aprile 2021
  • Le attività includono la pulizia di spiagge e oceani insieme a programmi educativi per i bambini in Grecia, Spagna, Italia, Francia, Paesi Bassi, Regno Unito e Germania
  • In totale, Healthy Seas ha raccolto più di 78 tonnellate di rifiuti dagli oceani grazie al supporto di Hyundai
  • L'organizzazione per la conservazione dei mari Healthy Seas è impegnata a liberare gli oceani dalle reti da pesca abbandonate e da altri rifiuti attraverso attività di educazione, prevenzione e pulizia
  • La partnership sostiene l'economia circolare trasformando i rifiuti raccolti in ECONYL®, un nuovo materiale ricavato dal nylon rigenerato e destinato a prodotti sostenibili, come i tappetini di IONIQ 5

- Dall'inizio della loro partnership in aprile, Hyundai e Healthy Seas hanno dato vita finora a undici attivazioni in sette paesi europei.

La collaborazione è stata avviata con il chiaro obiettivo e l'impegno di sviluppare una società sostenibile, combattendo l'inquinamento degli oceani, nutrendo gli ecosistemi sottomarini e supportando un'economia circolare.

Le iniziative della partnership vanno da attività di raccolta dei rifiuti, come la pulizia delle spiagge e gli eventi subacquei per recuperare le reti da pesca abbandonate, a programmi educativi per insegnare ai bambini e alle comunità locali l'importanza di mantenere puliti gli oceani del mondo.

Play

Siamo impegnati a fornire ‘Progress for Humanity’ attraverso tutte le nostre azioni. Non basta essere leader nelle soluzioni di mobilità pulite e future, stiamo anche adottando misure per proteggere il mondo sottomarino. È straordinario ciò che siamo stati in grado di realizzare finora attraverso la nostra partnership con Healthy Seas. Il prossimo anno, non vediamo l'ora di ampliare la nostra cooperazione con le comunità costiere, i bambini e i nostri dipendenti

Michael ColePresidente e CEO di Hyundai Motor Europe

L’evento di lancio in Grecia

Hyundai e Healthy Seas hanno organizzato l’evento di lancio della loro partnership dall'8 al 16 giugno a Itaca, dove una tempesta ha disperso in mare reti e altri detriti da un allevamento ittico abbandonato, danneggiando la comunità locale e la vita marina.

In occasione di questo evento, sono state organizzate pulizie sottomarine e della spiaggia riciclando, rigenerando e smaltendo correttamente i rifiuti recuperati. Inoltre, la comunità locale ha potuto partecipare a un evento pubblico per approfondire il tema dei rifiuti marini e sulle reti da pesca abbandonate, o reti fantasma.

A oggi, questo è stato il più maggiore progetto di Healthy Seas in termini di impatto ambientale positivo e di coinvolgimento della comunità.

Grazie a 45 partecipanti, 20 sommozzatori e 15 organizzazioni, l'evento ha dato grandi risultati in poco tempo. La squadra ha pulito quattro spiagge e due baie fino a 30 metri di profondità, recuperando cinque tonnellate di reti da pesca, 32 tonnellate di metallo e 39 tonnellate di rifiuti plastici, compresi 150 sacchi di perline di polistirolo espanso.

Pulizia del mare in immersione per proteggere la biodiversità

Come partner, Hyundai sostiene Healthy Seas con attività di immersione per recuperare le reti fantasma. Finora, la partnership ha supportato le immersioni di pulizia del mare intorno a Ijmuiden nei Paesi Bassi, a Lampedusa in Italia, a Newcastle nel Regno Unito, nella tedesca Norderney e a Tossa de Mar in Spagna. In tutte le attività di pulizia, 72 subacquei volontari hanno aiutato a recuperare reti fantasma e altri rifiuti dalle acque europee.

Esplorando relitti, scogliere o spiagge, Healthy Seas ha raccolto più di 78 tonnellate di rifiuti sotto forma di reti fantasma, gabbie per granchi e aragoste, piombo e altri rifiuti marini.

Siamo molto riconoscenti della nostra partnership con Hyundai perché ci permette di intraprendere progetti che hanno un impatto positivo sull'ambiente su una scala che non avremmo mai potuto immaginare. È stato un piacere lavorare con Hyundai e non vediamo l'ora di fare ancora di più insieme nel prossimo anno

Veronika MikosDirettore di Healthy Seas

Educare i bambini sulle reti fantasma e sulla protezione dei mari

Oltre alle pulizie subacquee, la partnership ha realizzato progetti educativi a Valencia, a Ijmuiden in Olanda, a Milano, a Parigi, in Costa Brava in Spagna e sull'isola tedesca di Sylt. La maggior parte dei programmi educational erano rivolti ai bambini delle scuole locali e dall'inizio della partnership hanno partecipato 900 ragazzi. Oltre alle presentazioni interattive sulla protezione degli oceani e sul fenomeno della pesca fantasma, i bambini hanno potuto partecipare ad attività di pulizia delle spiagge e dell’ambiente, godersi l'esperienza di realtà virtuale Healthy Seas, giocare a giochi educativi e osservare le reti recuperate.

L’attività realizzata a Valencia faceva parte del test drive paneuropeo di IONIQ 5. Il workshop aveva lo scopo di sensibilizzare influencer di lifestyle e sostenibilità e i media sulla conservazione marina e la protezione ambientale.

 

Dai rifiuti ai prodotti sostenibili

Hyundai è leader nelle soluzioni di mobilità sostenibile e innovativa, la pulizia degli oceani del mondo e l'educazione delle comunità sull'inquinamento marino rientrano nella sua strategia globale. Per realizzare la sua visione di "Progress for Humanity", Hyundai e Healthy Seas promuovono un'economia circolare.

Trasformando i rifiuti in una nuova risorsa, Aquafil, partner fondatore di Healthy Seas, rigenera le parti di nylon delle reti, insieme ad altri rifiuti dello stesso materiale, in nylon rigenerato ECONYL®. Questo filato di nylon riciclato è usato per fabbricare prodotti sostenibili, come costumi da bagno e tappeti.

Fin dal lancio di IONIQ 5 – crossover 100% elettrico di medie dimensioni - all'inizio del 2021, Hyundai ha fornito ai clienti europei la possibilità di equipaggiare il modello con tappetini sostenibili realizzati in ECONYL®.

A proposito di Healthy Seas

La missione di Healthy Seas è quella di rimuovere i rifiuti dai mari, in particolare le reti da pesca, allo scopo di creare mari più sani e riciclare i rifiuti marini in prodotti tessili. Le reti da pesca recuperate saranno trasformate e rigenerate da Aquafil in filato ECONYL®, una materia prima di alta qualità utilizzata per creare nuovi prodotti, come calze, costumi da bagno, abbigliamento sportivo o tappeti. Dalla sua fondazione nel 2013, Healthy Seas ha raccolto oltre 585 tonnellate di reti da pesca con l'aiuto di subacquei e pescatori volontari. Per maggiori informazioni: https://www.healthyseas.org/