Un’uscita di strada ferma Scandola nella 2° tappa del Rally Liepāja

  • L’equipaggio di Hyundai Rally Team Italia si deve arrendere dopo un’uscita di strada in una insidiosa curva veloce all’inizio della seconda giornata di gara
  • La prima tappa si era conclusa solo in ventesima posizione anche per un dritto e una penalità della direzione gara causata da un errore in una chicane
  • Dopo le prime due inedite gare su terra il Campionato Europeo farà tappa al Rally di Roma dove Scandola punta al riscatto dove ha già vinto due volte 

- Dopo i primi punti conquistati nel Rally Poland per Umberto Scandola e Guido D’Amore arriva una battuta d’arresto al Rally Liepāja.

Nella seconda gara del FIA European Rally l’equipaggio di Hyundai Rally Team Italia ha commesso un errore di valutazione in una veloce curva destra uscendo di strada e danneggiando irreparabilmente la i20 R5 gommata Pirelli. Per l’equipaggio fortunatamente solo qualche botta ma anche l’amarezza per non aver potuto portare al termine una gara molto tecnica e veloce che avrebbe sicuramente aumentato la loro esperienza in questo debutto internazionale.

Mi spiace di quello che è successo, ma penso che faccia parte delle difficoltà che si incontrano in questo tipo di gare. Come in Polonia anche qui in Lettonia abbiamo trovato delle condizioni di gara completamente diverse a quelle dove corriamo da tanti anni. Prove con medie superiori a 120 km/h, fondi duri che si alternano a tratti sabbiosi e una serie di riferimenti. Per noi che siamo alla prima partecipazione ci mancano molti riferimenti rispetto a tanti avversari che corrono da anni nell’europeo. Nella prima tappa abbiamo cercato di tenere un passo regolare, eravamo ancora un po’ distanti dai migliori ma il ritardo era inferiore a quello che avevamo accusato nella prima gara. Sulla classifica della prima giornata hanno pesato un paio di errori. Siamo arrivati lunghi in una curva e si è spento il motore perdendo una quindicina di secondi e poi nella prova successiva abbiamo preso anche una penalità di venti secondi dalla direzione gara per aver urtato una chicane. Tutto questo ci ha fatto perdere 4-5 posizioni in classifica di giornata e abbiamo chiuso solo ventesimi. Sabato nella seconda tappa partivamo più indietro e abbiamo trovato meno ghiaia rispetto a venerdì, con alcune buone regolazioni all’assetto stavamo cercando di attaccare per recuperare qualche posto in classifica. Dopo un discreto tempo nella prima prova del mattino nella successiva (PS8) in una curva destra medio veloce che chiudeva siamo scivolati nel campo a lato della strada iniziando a capottare. Adesso voltiamo pagina e assieme al team inizieremo a lavorare sul prossimo rally che si corre sulle nostre strade: Rally di Roma Capitale l’ultimo week end di luglio. Su queste prove ho più esperienza avendoci corso in passato vincendo due volte e un’altra siamo arrivati secondi. Spero che sia l’occasione per portare alla squadra le prime soddisfazioni in questo lungo programma europeo.

Umberto ScandolaHyundai Rally team Italia

Dopo quattro gare in cinque settimane, due del Campionato Italiano Rally Terra -che vede Umberto Scandola e Guido D’Amore al comando della classifica provvisoria- e due del Campionato Europeo Rally, il team S.A. Motorsport avrà modo di preparare con più tranquillità il prossimo appuntamento previsto il 23-25 luglio con il Rally di Roma Capitale.

Questa gara avrà la doppia validità europea e italiana e assieme a Scandola-D’Amore saranno presenti con un’altra i20 R5 di Hyundai Rally Team Italia Andrea Crugnola e Pietro Ometto con la vettura seguita da Friulmotor.